10 poezija dame po lei da dedicare alla donna che ami

Dieci modi na dirle “Ti amo”, na farle capire che nulla al mondo je pomembnejše za te. Se ti mancano le parole, ecco una rassegna di poesie d’amore, frasi, aforismi e messaggi di autori famosi da dedicare a lei. Piccoli, grandi capolavori della letteratura, ki so vključeni v diskorso, na spremljevalko un regalo o na poseben način d’amore da vivere assieme alla tua lei. Non solo nella Giornata Mondiale della Poesia (21. marec).

«Za vsako mlajšo osebo, ki je tu še petto, je pravzaprav prepovedano. Dalla mia bocca pride v fino v cielo ciò che stava sopito sulla tua anima. È in te illusione di ogni giorno. Giungi pride la rugiada sulle corolle. Scavi l’orizzonte con la tua assenza. Eternamente v fuga pridejo takrat. Ho detto che cantavi nel vento come i pini e come alberi maestri delle navi. Pridi quelli sei alta e taciturna. E di colpo ti rattristi, pridi ven viaggio. Accogliente come una vecchia strada. Ti popolano echi e voci nostalgiche. Ne pozabite, da se vračate in uživate v tem, da ne boste imeli nobenih možnosti ». Pablo Neruda.

«Se un giorno la vita ti metterà al mio fianco, se giorno morirai lontano da me: ne mi uvoznik se mi ami, anche io morirò». Edith Piaf.

«Se tu smettessi di baciarmi credo che morirei soffocata. Hai quindici anni ne ho quindici anch’io. V dolžini ne abbiamo trenta. A trent’anni non si è più ragazzi, abbiamo l’età per lavorare, avremo čisto diritto di baciarci. Più tardi sarà troppo tardi. La nostra vita è ora. Baciami». Jacques Prevert.

“Io sono folle, folle, folle d’amore per te, gemo di tenerezza perché sono folle, folle, folle perché ti ho perduto. Stamane il mattino era cosi caldo che me me dettava quasi confusione ma io era malata di tormento ero malata di tua perdizione». Alda Merini.

«Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l’altro s’allontana. Oh ne. Amore è un faro semper fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai. Amore non muta in poche ore o stimtimane, ki je neupravičeno preživel v gori estremo del giudizio; se je zgodilo, ko je bilo to, kar je bilo, ker ni bilo mogoče, je bilo». William Shakespeare.

sliko

Getty

«Rapita nello specchio dei tuoi occhi respiro il tuo respiro. E vivo…». Saffo.

«Lascia il tuo cuore scoppiare finalmente, cedi, gemma, cedi. Lo spirito della fioritura s’è abbattuto su di te. Puoi rimanere ancora bocciolo?». Rabindranath Tagore.

«T’adoro al pari della volta notturna, o vaso si tristezza, o grande taciturna! E tanto più t’amo quanto più mi sfuggi, o bella, e sembri, ornamento delle mie notti, ironicamente accumulare la distanza che separa le mie braccia dalle azzurrità infinite. Mi porto all’attacco, m’arrampico all’assalto Pridi, ko je fala di vermi presso un cadavere e amo, fiera implacabile e crudele, sino la freddezza che ti fa più bella ai miei occhi». Charles Baudelaire.

«Nel’amore isolati prihajajo v bosco nero, nostri cuori insieme, s quieta tenerezza, saranno zaradi usignoli che cantan nella sera». Verlaine.

«Hoja, dandoti il ​​braccio, almeno in milione na lestvici, če ne bi bilo čisto v voto na ogni gradino. Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio. Il mio dura tuttora, ne morem večkrat sodelovati, samo prenesti, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede. Višja stopnja v višini, ki je bila nižja od brčkanja, ni bila višja od kvotrčkov, temveč je bila višja. Konferenčne stavbe so se zavedle, da so le edine vere, sebbene tanto offuscate, erano le tue». Eugenio Montale.